Un campo di Agape si riconosce per uno stile educativo specifico, che si caratterizza dallo scambio e dal confronto con l’altro/a, nel rispetto delle posizioni altrui. Un campo è un percorso di ricerca e di crescita individuale e collettiva, che non propone risposte preconfezionate ma suggerisce percorsi di riflessione e offre strumenti per porsi in maniera critica di fronte a diversi temi.

A partire dagli anni ‘90 si è preso coscienza che Agape ha a che fare con un “potenziale educativo enorme, […] e quindi della necessità di sistematizzarlo in un quadro generale, di cui tutti coloro che partecipano al lavoro di Agape siano coscienti”. E’ in questi anni che vengono organizzati i primi Campi Formazione dove fino ad oggi si sono investiti tempo ed energie nella riflessione sulle modalità di relazione educativa e sulle linee pedagogiche che vengono portate avanti.

Si è lavorato e si lavora sull’animazione, sui giochi, sull’educazione alla pace e alla cooperazione, sulla gestione dei conflitti, sulla differenza di genere, sulla centralità della relazione con l’altro/a da noi, sull’ascolto, sulle dinamiche di gruppo. Nel corso degli anni Agape ha sviluppato diversi strumenti di Formazione che hanno caratterizzato e tutt’ora caratterizzano lo stile educativo del centro. Tutte le persone che intendono fare parte di un gruppo staff che gestisce una delle attività di Agape sono chiamate a partecipare a un percorso formativo proposto dal centro. Negli anni questo percorso ha subito modifiche e variazioni a seconda delle necessità espresse di volta in volta dalle  persone impegnate in un’attività di Staff.

Nel 2011 attraverso il lavoro di un gruppo di lavoro sulla formazione è stato fatto un lavoro di analisi del modello formativo agapino che ha portato alla più recente revisione dei meccanismi di formazione del Centro.

Documenti sulla formazione

Archivio attività dei campi