Campo Internazionale Oikonomia - ASSAGGIO – COME STARE IN LOCKDOWN IN UNA CASA IN FIAMME E SALVARE TUTTO! – CLIMA, CRISI SANITARIA ED ECONOMIA

Campo Oikonomia Internazionale


Date/Orari
Periodo: 31/07/2020 - 20/02/2021
Arrivi alle 00:00 del 31 Luglio
Partenze alle 23:59 del 20 Febbraio

Quest’anno gli assaggi dei campi adulti sono anche per ragazz* che hanno compiuto i 17 anni.

Care, cari, caru,

La situazione attuale, come sappiamo, non permette di svolgere i campi ad Agape e immaginare alternative è una sfida che tutt* stiamo affrontando con impegno ma che presenta anche molte difficoltà. Malgrado gli ostacoli di quest’anno, vogliamo portare Agape fuori da Agape, proponendo non soltanto attività ma cercando di ricreare un senso di comunità e di continuità per tutte le persone che avrebbero popolato l’estate agapina e che invece, purtroppo, non potranno incontrarsi di persona, sorridersi, parlarsi, mischiarsi. Abbiamo quindi deciso di elaborare degli assaggi di quello che avrebbero dovuto essere i campi: attività varie e svariate, alcune davanti allo schermo, altre da vivere in autonomia e condividere in momenti dedicati. Per la partecipazione vi chiediamo un dono simbolico, indicativamente € 30 o quello che potete permettervi o che avete piacere di fare avere ad Agape! Ecco il nostro IBAN: IT85T 07601 01000 0000 2037 8105.

Ecco il trafiletto:

 […] Una visione della terra è, ovviamente, soggetta alle sfocature e alle distorsioni dell’esperienza personale e della propria imparzialità. Ma dovunque possa trovarsi la verità, questo è molto chiaro: la nostra società più grande e migliore ora è come un’ipocondriaca, così ossessionata dalla propria salute economica da aver perso la capacità di rimanere sana. Il mondo intero è così avido per più vasche da bagno che ha perso la stabilità necessaria per costruirle o anche per chiudere il rubinetto. […] Un cambiamento di valore può essere ottenuto rivalutando cose innaturali, docili e limitate in termini di cose naturali, selvagge e libere ”. Aldo Leopold – 1948

Il termine greco Oikonomia in origine si riferisce alla “gestione della casa”, eppure in tempi industriali o postindustriali l’economia è diventata qualcos’altro. E se, ancora una volta, dovessimo vedere il l’economia come modo di prendersi cura della casa in cui tutti viviamo, il nostro mondo, il nostro pianeta?

Durante questa pandemia, economie apparentemente forti e funzionanti hanno messo in luce contraddizioni e difetti nei flussi di denaro, disparità sociale, ingiustizia, povertà, sistema sanitario e dell’istruzione. 

È questa una prova ulteriore di ciò che il “Club di Roma” riportò già nel 1972 e cioè che non può esserci una crescita infinita su un pianeta finito.

Gli obiettivi del campo sono quindi:

 – parlare di come possiamo intervenire e cambiare il sistema attuale, scoprendo una essenza selvaggia dentro di noi, una connessione naturale che è lì per aiutarci nonostante tutto.

 – creare un percorso di osservazione e condivisione di informazioni, prassi, ricerca delle trasformazioni di ecosistemi e sistemi economici durante un anno di pandemia. Scoppiata nel fulcro di una lotta ambientale animata da giovani, meno giovani e giovanissimu che si intendono coinvolgere nel percorso del campo.

 – comprendere il rapporto tra comportamento economico e sofferenza ambientale (incluso l’essere umano), attraverso dibattiti e attività di apprendimento non formale.

 – organizzarci, condividere le nostre conoscenze e metterci in azione, come gruppo, come comunità nonostante il distanziamento fisico e i confini.

Questo è il programma a cui ti invitiamo, di seguito il manifesto prodotto dalla staff per iniziare a riflettere sul tema.
Il campo si svolgerà dal 20 gennaio al 20 febbraio.

1 – Introduzione e presentazione di contenuti e scelte; Conoscersi a vicenda (ZOOM o simile)
2 – Condivisione di video-reportage da tutto il mondo
3 – Condivisione Webinar parte 1: seminario in video
Webinar parte 2: Domande e risposte (ZOOM o simili)
Tutorial sul meccanica bici
4– Feedback di valutazione e arrivederci! (ZOOM o simili)

campo OIKONOMICO 2020 – MANIFESTO

A prima vista, il cambiamento climatico e i sistemi economici potrebbero apparire indipendenti. Il primo riguarda variazioni ambientali: alcuni luoghi del pianeta stanno diventando inabitabili a causa di un caldo insopportabile, di inondazioni dovute a forti piogge o dell’innalzamento del livello del mare. Nella storia del pianeta il clima è in continua evoluzione secondo logiche ed equilibri che hanno fatto fiorire la vita nelle acque, nei cieli e sulla terra. Gli esseri umani all’interno del sistema capitalista rompono quelle logiche e quegli equilibri producendo troppa CO2, guidando, volando, indulgendo nello sfruttamento industriale e nel consumismo con logiche non consone alla vita della biosfera come la conosciamo. Ciò sta portando alla distruzione degli ecosistemi, danni alla biodiversità e alla morte degli animali che ingoiano i nostri rifiuti di plastica. Tutto questo è economia, giusto? Quindi il cambiamento climatico e l’economia hanno davvero molto in comune! Un sistema basato su una crescita infinita, che utilizza sempre più risorse del nostro pianeta non può andare avanti a oltranza perché viviamo su un pianeta finito con risorse definite. La conseguente crisi economica avrebbe un impatto sul mondo e sulle società per sempre.
Fermare questo processo ci richiede di sacrificare il nostro comportamento e le modalità organizzative attuali, ma anche di cambiare il modo in cui vediamo il mondo e noi stess*. Ci richiede di cambiare il modo in cui facciamo economia – immediatamente. Inizialmente percepito come sacrificio, può portare a un cambiamento in meglio nella vita di ogni specie vivente.

Per il nostro campo online abbiamo quindi scelto un esempio di abilità ed energia umane che possono indurre un tale cambiamento: la bicicletta a tutto tondo!

Muoversi è nel nostro DNA da decine di migliaia di anni come parte delle nostre attività, parte della nostra economia. Crediamo di dover rompere con i modi in cui pensiamo all’economia oggi: allontanandoci dalla terminologia e dai vincoli del neoliberismo. Il termine greco originale “Oikonomia” si riferisce a una scala economica più piccola: la gestione di una casa. Può aiutarci a non pensare all’economia come a un ingranaggio esterno, grafici e numeri che ritraggono un sistema imposto e incontrollabile che ci trascina con sé. Oikonomia è un concetto che ci aiuta a cambiare la nostra mentalità riguardo a questa enorme sfida del cambiamento climatico, dotando le società umane di uno strumento per gestire questa casa in fiamme, il nostro pianeta.

Come fare questo?
• iniziare a chiedersi come produciamo non solo come consumiamo
• smettere di considerare solo il valore che i beni hanno sul mercato, ma iniziare a vedere il loro valore reale nella misura in cui soddisfano i nostri bisogni vitali.
• allontanarsi dalla tendenza individuale di pensare a “me” e iniziare a pensare a “noi”.

Con la pandemia di Covid-19, abbiamo già sperimentato l’aspetto di una grave crisi. In molti paesi, i governi hanno reagito mettendo le persone al primo posto e l’economia al secondo, dandoci un esempio di empatia e priorità. Abbiamo visto con quanta rapidità ed efficienza i nostri leader mondiali possono agire per prevenire i disastri e come la maggior parte delle persone è disposta ad adattare il proprio comportamento per il bene comune. Sebbene di natura diversa, la crisi del Covid-19 e il cambiamento climatico hanno abbondanti parallelismi: entrambi richiedono una legislazione forte, fiducia nella scienza, sacrifici comuni e una prospettiva a lungo termine. Abbiamo visto tutto questo dall’inizio della pandemia. È noto che prevenire una crisi è molto più conveniente che affrontarne le conseguenze e combattere il cambiamento climatico non è diverso.

La pandemia di Covid 19 ha evidenziato alcuni gravi difetti nelle nostre società, ma abbiamo anche assistito a un cambiamento positivo determinato da nuove esigenze. Ha bloccato le nostre vite e (se siamo tra i/le forunat* con un rifugio e un minimo di tutele lavorative) ci ha dato il tempo di riflettere sulle cose. L’immobilità forzata enfatizza la nostra voglia di muoverci, riacquistando un significato antico. In questo campo, vogliamo far luce sulle azioni positive che stanno avvenendo nel mondo. La bicicletta è un mezzo di trasporto pratico e soddisfacente in termini di utilizzo del potenziale dell’energia umana e dell’organizzazione collettiva che collega protezione del clima, salute, economia e politiche.

Per iscriversi basterà inviare una mail a ufficio@agapecentroecumenico.org allegando il file scheda iscrizione.  Abbiamo un numero massimo di iscrizioni per ogni campo, daremo la priorità a chi si era già iscritto o iscritta al campo o era in lista d’attesa.

Potete seguirci, per aggiornamenti, sulla nostra pagina Facebook oppure su Instagram o iscrivendovi al nostro canale Telegram.

.

.

.

.

.

.

.

.

ATTENZIONE: La scheda d’iscrizione in basso non è valida, si iscrive mandando una mail a ufficio@agapecentroecumenico.org allegando il file scheda iscrizione.
Le regole del campo che vedete in basso non valgono perché il campo non si fa in presenza.

Partecipare a un campo ad Agape significa far parte della vita comunitaria del Centro per una settimana. Chi viene ad Agape per partecipare a un campo, a un soggiorno di studio o a passare un periodo di ferie è invitato a rispettare alcune regole.

  • Gli iscritti e le iscritte accettano di partecipare interamente alla vita del campo con le sue attività di studio. Partenze anticipate e arrivi posticipati non sono consentiti; in caso di partenza anticipata imprevista la quota non è rimborsabile, nemmeno parzialmente.

  • A ogni partecipante si chiede di collaborare nel servizio a tavola e nell’asciugatura dei piatti, tanto perché si tratta di un aiuto necessario quanto perché rappresenta, per noi, un importante segno di condivisione del lavoro.

  • I tempi per l'arrivo e l’accoglienza, il primo giorno di campo, sono importanti da rispettare per motivi logistici e organizzativi, allo stesso modo, è importante la puntualità per quanto riguarda il giorno della partenza.


  • È molto importante la segnalazione anticipata di eventuali problemi di ordine medico, (medicine, allergie, diuresi, fobie, ecc...), o dietetici (allergie alimentari, cibi vietati, ecc..; in questi casi sarebbe davvero importante che ci segnalaste eventuali necessità almeno una settimana prima, per permettere alla cucina di attrezzarsi in modo adeguato). Allegate un foglio al momento dell'iscrizione e parlate direttamente alla staff all'inizio del campo.

  • Avrete la possibilità di confrontarvi con la Staff a inizio campo se ritenete di avere patologie che possano influire sulla vostra partecipazione alle attività del campo. Vi chiediamo di richiedere e compilare il modulo apposito nel caso di allergie e intolleranze alimentari.

  • Durante il campo è prevista una breve gita: sono quindi necessari giacca a vento, scarponcini (o robuste scarpe da ginnastica), zaino e borraccia.

  • Agape non risponde di incidenti o danni che dovessero verificarsi, nel corso dei campi, per inosservanza delle disposizioni del regolamento interno e delle regole decise di volta in volta nei diversi campi. Il Centro risponde del denaro contante e degli oggetti dei/lle partecipanti ai campi solo se espressamente consegnati in custodia. Agape chiederà il rimborso di danni provocati dalle persone ospiti.

  • Ci farebbe molto piacere conoscervi e chiacchierare con voi nei mesi che precedono il campo. Per informazioni di tipo logistico potete rivolgervi all’ufficio o alla Direzione del Centro, che in caso di necessità vi fornirà i recapiti diretti della Staff.

  • Agape non può somministrare medicinali. Se vi sono necessità particolari è necessario fornirsi dell’occorrente prima di arrivare. Il dispensario farmaceutico di Prali non è aperto tutti i giorni.

  • Adulti/e e ragazzi/e con più di 14 anni devono essere muniti di Carta di Identità o documento valido.

  • Agape non può ospitare, per ragioni di igiene, cani o altri animali all'interno del Centro.

  • Agape fornisce coperte e lenzuola, ma è necessario portarsi gli asciugamani. Le stanze sono da tre o quattro letti, con i bagni al piano; non sono previste camere singole o doppie.

  • Vi ricordiamo che Agape è situata a 1600 metri slm e, anche d’estate, le sere sono particolarmente fredde.

Iscrizioni

Spazi totali: 0

Prenotazioni online non sono disponibili per questo campo.

Rispondi