Addobbi e manicaretti

Le strade della tua città si sono riempite di luci colorate? In casa tua troneggia un maestoso albero di natale? Nella tua testa risuona insistentemente un gioioso ding dongy dong natalizio? L’aria del natale è arrivata fin quassù!

…e quassù tradizione vuole che si condivida questa scintillante atmosfera di festa con gli amici e le amiche di Prali tra gioia e risate, canti e balli, addobbi e manicaretti, appunto.

Ma, partiamo del principio: dopo lunghi e complicati consulti sulla logistica dei tavoli nel salone, Caterina e Michele, con grande ingegnosità si decidono in fine per la sistemazione a ferro di cavallo. Katie e Ana producono senza sosta corone di rami di abeti alpini mentre Stella e Matilde si affaccendano attorno un bel albero di Natale che dal ping pong domina il salone. La giornata prosegue così tra fiocchetti e palline dorate, fra nastrini e candeline; all’una di notte, il salone è finalmente pronto per la festa del giorno dopo.

Ma non è finita qui! Di soli addobbi non si vive; il giorno dopo l’intero gruppo residente in divisa, come i veri chief, si esibisce finalmente nei suddetti manicaretti. Concentrata su una tabela di marcia che non si può trasgredire, Valeria dirige con sapiente maestria i lavori della preparazione della cena. Tra una pentola e una bagna cauda, tra una teglia e una lasagna, tra un mestolo e un grissino al lardo, il gruppo residente si dimena a tempo di reggae. Mareks tiene ritmo spremendo limoni su limoni per strabilianti antipasti messicani, ed esplode in un bailo ispirato al momento catartico delle pizzette. Daniela, la nuova promessa in cucina, non delude le aspettative. Il suo amore a prima vista con la brasiera delizia i palati di tutti/e i presenti con succulenti bistecche di maiale, e invitanti cosciotti di pollo. Per non farci mancare lo spirito giovane del paese, Giovanna si cala nelle vestti di pr e contatta la folle di amici esortandoli a non mancare. Gli invitati, sfidando il ghiaccio la bufera di neve, stanno arrivando, il culto è iniziato, per non farci prendere della stanchezza, ecco Johannes, che ha assoldato un quintetto di giovani volontari internazionali che subito si adoperano nella composizione dei vassoi ormai proni per uscire…

Il banchetto si rivela pantagruelico e si protrae con giovialità fino a tarda serata. Gli ospiti mangiano, bevono, chiacchierano, suonano, ballano… il gruppo residente non può che ritenersi soddisfatto della piacevole serata.

e da domani… pulizie per l’invernale!

Rispondi