(english below)

Entra a far parte del Gruppo residente di Agape!

Agape Centro Ecumenico offre la possibilità di svolgere un periodo di volontariato residenziale in un luogo che da settant’anni si dedica alla vita comunitaria, alla formazione e all’incontro tra diverse culture e fedi. Il servizio reso ad Agape consente alla struttura di organizzare e portare a compimento i propri campi estivi e invernali, per minori e adulti, nonché accogliere gruppi che vengono a svolgere le loro attività presso il Centro.

Agape è uno spazio d’incontro ecumenico: la Chiesa valdese – Unione delle chiese metodiste e valdesi, gestisce il Centro fin dalla sua inaugurazione (1951) su richiesta del Consiglio Ecumenico delle chiese in Europa. Nel tempo il termine ha assunto un valore più ampio includendo l’incontro fra credenti di diverse religioni, fedi e spiritualità ma anche fra non credenti, attraverso l’ascolto, la conoscenza e il dialogo, valorizzandone le diversità nel rispetto reciproco.

Agape è una realtà impegnata nella riflessione sociale: le attività proposte dal Centro offrono uno spazio di confronto su vari temi legati all’attualità politica, sociale e ambientale, alle questioni di genere, alla spiritualità e al dibattito teologico, alla formazione informale e non-formale.

La dimensione internazionale è presente in diversi aspetti del Centro: tutti i gruppi di volontari/e sono composti da persone provenienti da Paesi Europei e non solo. Ogni anno il Programma Generale prevede una serie di incontri di carattere internazionale. Questa dimensione ha caratterizzato il Centro fin dalla sua fondazione per mano di giovani provenienti da tutto il mondo, proponendosi da subito come luogo di dialogo, confronto e sperimentazione concreta di una pratica di vita inclusiva e sostenibile.

Agape è stata progettata dal pastore Tullio Vinay e dall’architetto Leonardo Ricci, è stata costruita subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, tra il 1947 e il 1951, da giovani volontari/e col preciso intento di vivere insieme la riconciliazione tra i popoli.
Ci troviamo a monte della Val Germanasca, sopra la frazione Ghigo di Prali, ad una altitudine di 1.500 metri, immersi/e nella natura alpina e a stretto contatto con la popolazione locale. Una zona marginale rispetto ai grandi centri abitati come Torino o Milano, ma, proprio per questo, centrale nel suo voler essere un luogo in cui ritrovare il senso della vita comunitaria, solidale e impegnata verso il prossimo.

Cos’è un/a residente?

Agape viene portata avanti da volontari e volontarie: in particolare, il Gruppo Residente è composto da una decina di giovani, che dedicano un periodo della loro vita al progetto e, in cambio, ricevono vitto, alloggio e un pocket money. Oggi il Gruppo Residente è composto dai volontari, dalle volontarie, dalla direttora e dalla vicedirettora.

Il Gruppo Residente vive ad Agape tutto l’anno e ha il compito di gestire il Centro. Nello specifico i/le residenti sono i responsabili della gestione dell’ospitalità: lavorano e coordinano i settori di cucina, servizio, pulizia, manutenzione, bar e ufficio, coadiuvati dal campolavoro (volontari e volontarie che vengono ad Agape solo per brevi periodi durante i campi). Ogni residente riceve una formazione specifica per il settore che è chiamato a gestire e coordina il relativo gruppo di campolavoro. Si cucina per piccoli e grandi gruppi di persone (anche fino a 90), si gestiscono il servizio in sala, le pulizie delle camere e dei servizi igienici; si cura la struttura con piccoli lavori di manutenzione ordinaria, si gestisce il bar interno, si coordina l’ufficio per tutta la parte organizzativa dei vari settori, l’economato e l’accoglienza. Il Gruppo Residente presenta la struttura alle persone in visita e organizza incontri di riflessione su tematiche d’attualità.

I/le residenti si impegnano anche nella progettualità di Agape, facendo parte delle staff di animazione dei campi e tenendo i contatti con i vari gruppi che collaborano con il Centro.

In casa residenti si vive in una dimensione comunitaria in cui si cucina a turno, si puliscono insieme gli spazi comuni e ognuno si occupa della propria stanza. Vengono organizzati momenti dedicati alla gestione delle dinamiche di gruppo, gite e attività culturali e ricreative. Le assemblee settimanali, le attività esperienziali e due seminari intensivi di formazione garantiscono la costruzione di un gruppo in grado di lavorare e crescere insieme.

Come si fa la richiesta di residenza?

Si può richiedere di far parte del Gruppo Residente per un periodo di un anno; la disponibilità a rinnovare per un altro anno la candidatura verrà discussa al termine del primo.

Contattaci via email così potremo fornirti informazioni più dettagliate.
Scrivi a:

      • ufficio@agapecentroecumenico.org
      • direzione@agapecentroecumenico.org

vicedirezione@agapecentroecumenico.org

Per la candidatura abbiamo bisogno del curriculum vitae e di una lettera di motivazione che spieghi perché si desidera far parte del Gruppo Residente, da inviare entro domenica 10/04/2022.
L’anno di residenza comincia a inizio/metà settembre.
Ti aspettiamo!


Join Agape’s Resident Group!

Agape Ecumenical Center offers the opportunity to do a period of residential volunteer work in a place that has been dedicated to community life, formation and encounters between different cultures and faiths for seventy years. The service rendered to Agape allows the structure to organize and carry out its own summer and winter camps, for minors and adults, as well as welcoming groups who come to carry out their activities at the Center.

Agape is an ecumenical meeting place: the Waldensian Church – Union of Methodist and Waldensian Churches, has been managing the Center since its inauguration (1951) upon request of the Ecumenical Council of Churches in Europe. Over time, the term has taken on a broader value, including the meeting between believers of different religions, faiths and spirituality but also between non-believers, through listening, knowledge and dialogue, valuing diversity in mutual respect.

Agape is committed to social reflection: the activities proposed by the Center offer a space for discussion on various topics related to current political, social and environmental issues, gender issues, spirituality and theological debate, informal and non-formal education.

The international dimension is present in several aspects of the Center: all groups of volunteers are composed of people from European countries and beyond. Every year the General Program includes a series of meetings of international character. This dimension has characterized the Center since its foundation by young people from all over the world, proposing itself immediately as a place of dialogue, confrontation and concrete experimentation of an inclusive and sustainable life practice.

Agape was designed by Pastor Tullio Vinay and architect Leonardo Ricci, and was built immediately after the Second World War, between 1947 and 1951, by young volunteers with the specific intent of living together the reconciliation between peoples.

We are located upstream of Val Germanasca, above the hamlet of Ghigo di Prali, at an altitude of 1,500 meters, immersed in the alpine nature and in close contact with the local population. A marginal area with respect to large population centers such as Turin or Milan, but, precisely for this reason, central in its desire to be a place where you can rediscover the sense of community life, solidarity and commitment to others.

What is a resident?

Agape is carried out by volunteers: in particular, the Resident Group is made up of about ten young people who dedicate a period of their lives to the project and, in exchange, receive food, accommodation and pocket money. Today, the Resident Group is made up of volunteers, the director and the vice-director.

The Resident Group lives at Agape year-round and is responsible for managing the Center. Specifically, the resident(s) are responsible for the management of hospitality: they work and coordinate the areas of cooking, service, cleaning, maintenance, bar and office, assisted by the work campers (volunteers who come to Agape only for short periods during camps). Each resident receives specific training for the area they are called upon to manage and coordinates the relevant camp work group. They cook for small and large groups of people (even up to 90), they manage the service in the dining room, the cleaning of the rooms and the toilets; they take care of the structure with small ordinary maintenance works, they manage the internal bar, they coordinate the office for all the organizational part of the various sectors and the reception. The Resident Group presents the facility to visiting persons and organizes meetings for reflection on current issues.

The residents are also involved in Agape’s projects, being part of the animation staff of the camps and keeping in touch with the various groups that collaborate with the Center.

In the residents’ house, they live in a community dimension in which they take turns cooking, clean the common areas together and each one takes care of his or her own room. There are moments dedicated to the management of group dynamics, trips and cultural and recreational activities. Weekly meetings, experiential activities and two intensive training seminars guarantee the construction of a group capable of working and growing together.

How do you apply for residency?

You can apply to be part of the Resident Group for a period of one year; availability to renew for another year will be discussed at the end of the first year.

Contact us via email so we can provide you with more detailed information.

Write to:

ufficio@agapecentroecumenico.org

direzione@agapecentroecumenico.org

vicedirezione@agapecentroecumenico.org

To apply, we need your resume and a cover letter explaining why you want to be part of the Resident Group, to be submitted by Sunday, 10/04/2022.

The residency year begins in early/mid September.

We look forward to seeing you!

 

Facebook: https://www.facebook.com/AgapeCE
Instagram: https://www.instagram.com/agapecentroecumenico/