Campo Lesbico 2013

giovedì 28/03 – lunedì 01/04

Wrestling Lesbians

Conflittualità e passioni? Dal personale al politico – e ritorno

Si dice spesso che gli uomini “fanno branco”, che tra loro c’è più solidarietà e senso di gruppo, mentre le donne sono sempre in competizione l’una con l’altra e poco unite. Quanto ci riconosciamo in questa affermazione? Si tratta soltanto di luoghi comuni o c’è del vero?

La stessa storia del movimento è popolata di progetti nati e realizzati con entusiasmo ma che non hanno saputo darsi una continuità, ma è fatta anche di realtà forti, tuttora vive, che continuano ad essere un fulcro di aggregazione per molte donne e lesbiche che hanno voglia di lottare, vivere e condividere.

Quali sono le dinamiche che creano coesione e quali invece i motori del conflitto e della disgregazione?

In questo campo lesbico 2013 vorremmo fermarci a riflettere e indagare alcuni degli aspetti salienti che connotano la nostra vita aggregativa, dal riconoscimento – intergenerazionale o meno – delle competenze e dell’autorevolezza, al peso delle relazioni personali nelle dinamiche del gruppo, dalla convinzione che il fattore comune lesbismo azzeri tutte le differenze sociali, politiche e personali, al difficile rapporto con il potere, fino al sempre attuale tema della correlazione fra personale e politico.

PROGRAMMA (work in progress)

Al mattino, attività tutte insieme!

Parole,, parole, parole…Introduzione a cura della staff

Femminismo e Lesbismo: conflitti e allenze – relazione di Giovanna Olivieri

Lesbian going out

Al pomeriggio:

incontri…

Presentazione del libro “Detto e non” di Valeria Santini

Proiezione di corti e film lesbici a cura di Some Prefer Cake – Bologna Lesbian Film Festival

… e laboratori

Gli alberi: conoscerli e arrampicarsi – Tree climbing con Sara Saceredote

La gazzetta del Campo – Tutte giornaliste per tre giorni con Michela Pagarini

Yoga per i corpi delle donne – Impariamo a caricarci energicamente con Silvia Sermidi

La magia del contatto – massaggio e contatto corporeo con Marta Magoo e Elisa Semola

Diversità è fertilità – Orto Urbano con Francesca Zannoni

One must dare to be happy – workshop esperienziale su conflittualità e dintorni, con Lucia Leonardi, Francesca Polo e Licia Togni

Le serate

Presentazione del documentario “Le lesbiche non esistono” di Laura Landi e Giovanna Selis

“Dhè lell world – Cozze e lesbiche veraci” con la regista Sirka Capone e l’attrice Carlina Benvenuti

“L’Arte di Essere Indimenticabili” con Valeria Santini

Dj set

E inoltre

Pesca/tresca lesbica di autofinanziamento – Il ritorno,

Spazio Libri – a cura della Libreria delle Donne di Milano

“Caffè Spirituale” – dalle 21.30 alle 22.00 con Caterina Duprè

una fantastica festa finale… e tanto altro ancora! Consultate il sito di Agape per eventuali aggiornamenti!!!

La staff: Lucia Leonardi, Maria Lo Re, Alessia Muroni, Laura Sergiampietri, con la collaborazione di Valentina Tousijn

Arrivi previsti giovedì 28 marzo dalle 17.00 alle 19.30. Seguirà la serata di accoglienza a cura della staff. Nella mattinata di lunedì 1°aprile sarà riservato uno spazio di confronto e valutazione delle esperienze vissute insieme. La partenza è prevista per lunedì 1 aprile dopo il pranzo. Per avere ulteriori informazioni visita il sito:

https://agapecentroecumenico.org/

telefono: (+39) 0121 807514

e-mail ufficio: ufficio@agapecentroecumenico.org

Quote di partecipazione

Nota dalla staff:

Molte donne che quest’anno contribuiranno alla realizzazione delle attività del Campo Lesbico, hanno risposto al nostro invito accettando non solo il l’impegno di volontariato – proprio della vita e della politica di Agape – ma anche di sostenere a proprie spese il viaggio, e alcune persino le quote campo come le altre campiste.

Non difendiamo l’idea del lavoro non o sotto retribuito, che ha per noi la sostanza di uno sfruttamento che vediamo diffondersi e consolidarsi con preoccupazione in molti ambiti delle nostre vite. Semplicemente la filosofia di Agape, che fin dalla sua fondazione si basa sull’idea della progettualità condivisa e dello scambio di doni e di risorse, ci riporta alla possibilità di costruzione di un progetto comune. La crisi generalizzata si ripercuote anche sulle finanze di Agape, che quest’anno più che mai ci richiama alla necessità di condividere l’onere delle spese che ogni iniziativa richiede, per cui tanto più la generosità delle laboratoriste e delle artiste nei confronti del campo decennale che Agape realizza, conferma con forza un impegno politico e una solidarietà preziose.

Vogliamo che il gesto di queste donne sia visibile per ringraziarle pubblicamente. E’ anche grazie a loro che il Campo Lesbico 2013 ha potuto costruirsi e Agape continuare ad esserci.

Il sistema delle quote di Agape è da sempre stato differenziato per cercare di permettere a chiunque, indipendentemente dalla propria situazione economica, di partecipare alle sue attività e allo stesso tempo di conservare in efficienza una struttura che ha ormai 60 anni, mantenendo viva la progettualità di questo centro. Per fare questo è necessario che ognuno e ognuna di voi decida responsabilmente in quale misura sia in grado di contribuire alla vita di Agape.
Il costo medio di un giorno ad Agape è di 37 euro a testa.
Questa cifra, che corrisponde alla quota base del campo, copre unicamente i costi vivi di soggiorno, ma nessuna delle ulteriori spese (materiali, rimborsi viaggi di relatori, ecc.) e non contribuisce al sostentamento generale di Agape. La quota ordinaria, invece, copre anche i costi di gestione del campo. Segue la quota sostenitora, che permette di integrare le quote base e contribuisce al fondo “borse campo”, in modo che ogni campo si possa di fatto mantenere da solo, con la solidarietà reciproca. La quota entusiasta, come dice il nome stesso, invita, chi nel progetto di Agape ci crede fino in fondo, a sostenere anche la progettualità complessiva di un centro che ha sempre vissuto del volontariato e del contributo libero di chi partecipa alla sua vita.
Per chiunque invece anche la quota base fosse troppo onerosa, ricordiamo che Agape mette a disposizione delle borse campo (parziali o totali) e che è sufficiente richiederla all’atto d’iscrizione.

QUOTA BASE: 166 euro

QUOTA ORDINARIA: 198 euro

QUOTA SOSTENITORA: 220 euro

QUOTA ENTUSIASTA: 263 euro

Per confermare la propria iscrizione al campo è necessario versare sul ccp. 20378105 intestato ad Agape Centro Ecumenico la quota di iscrizione al campo o una caparra di Euro 75.00 procedendo poi al saldo della quota all’arrivo ad Agape. La caparra non verrà restituita in caso di mancata partecipazione. Poiché i/le partecipanti riceveranno la rivista “Agape Immaginaria” chiediamo un offerta minima di 4 Euro.